Azienda Agricola Gallegati

Contesto storico

Nell’area verde adiacente alla struttura agrituristica sorgeva nella seconda metà del XVIII secolo un’ importante villa faentina: villa Gessi di Felisio
"La settecentesca villa Gessi di Felisio è andata distrutta, come la vicina villa Magnaguti, durante l'ultima guerra mondiale.


Uniche testimonianze rimaste sono delle fotografie anteguerra che ne riproducono la facciata. La villa aveva un semplice impianto su base quadrata con tetto a quattro acque. La facciata era incorniciata da una parasta che correva sotto il cornicione, lungo gli spigoli laterali e si collegava, tramite il cornicione, alle cornici delle finestre: un tentativo di strutturalizzazione visiva tipica della produzione di un Giovanni Battista Campidori.
Il portone di accesso era sovrastato da una grande apertura del piano primo con balcone i cui spigoli superiori erano smussati; a sottolineare con questo motivo tipicamente settecentesco della verticalità contribuiva anche il corpo che emergeva sul tetto e che concludeva con una sorta di timpano il tema della sovrapposizione del balcone alla porta di ingresso.

Attiguo alla villa era un oratorio dedicato a S. Bartolomeo Apostolo che è ricordato come esistente fin dal 1770."
Franco Bertoni
Giorgio Gualdrini
VILLE FAENTINE 1980
Durante la ritirata tedesca e più precisamente alla costituzione della "Linea Gotica" si insediò un commando di fanteria tedesca, il quale prima di arroccarsi nella sponda sinistra del fiume Senio, rase al suolo minando e facendo esplodere tutti i fabbricati presenti compreso il bosco di abeti secolari(1944), non permettendo così alle Forze Alleate di avere rifugi o nascondigli a ridosso delle loro linee di difesa.


© 2015 Indaco Web Solutions Ravenna. Tutti i diritti riservati . Privacy Policy - Azienda Agricola Gallegati P.IVA 02315140398